Resoconto dell’evento “Le conseguenze dell’intolleranza”

La sezione di Pescara della Gioventù Federalista Europea (GFE) ha partecipato al progetto internazionale “Young European Federalists for a tolerant, united Europe!“, che ha ottenuto fondi e patrocinio dal Consiglio d’Europa e che ha coinvolto 10 città del nostro Continente.

La GFE-Pescara ha contribuito organizzando due appuntamenti, intitolati “Le conseguenze dell’intolleranza”. Gli eventi hanno avuto sede presso delle strutture del Comune di Montesilvano (PE), che ha fornito anche un patrocinio. Supporto logistico e organizzativo è stato fornito anche dalla libreria “On the Road – Libreria interno 4” di Montesilvano.

Ogni appuntamento ha visto la lettura pubblica di quattro brani tratti da uno o più libri inerenti gli argomenti scelti. Dopo ogni lettura, degli ospiti invitati all’evento hanno condiviso col pubblico le proprie impressioni sui brani, fornendo ulteriori dettagli in base alle proprie esperienze, conoscenze e sensibilità. Successivamente, vi è stato spazio per un dibattito generale con il pubblico, seguita da un buffet/degustazione di cibi tradizionali dei Paesi oggetto del dibattito. La durata totale di ogni appuntamento è stata di circa 120′.

L’obiettivo era quello di aumentare la consapevolezza, presso gli esponenti della società civile, delle dinamiche sociali associate all’intolleranza. Gli argomenti scelti vertono infatti su situazioni vissute di recenti da Paesi europei nei quali l’intolleranza e il nazionalismo hanno portato alla guerra.

Il programma originale ha subito delle modifiche, ma queste non hanno inficiato la qualità dell’evento.

PRIMO APPUNTAMENTO, 20/09/2014: L’UCRAINA
Anja Bošković, accompagnata dalla viola del Maestro Natalino Clemente, ha letto quattro brani tratti dal libro di M. Di Pasquale “Ucraina, terra di confine”. Sono intervenuti come ospiti, con la moderazione di Dante Castellano, Giuseppe Perri (ricercatore presso l’Università di Bruxelles e traduttore del libro “Le ombre degli avi dimenticati” di M. Kocjubyns’kyj) e Jacopo Barbati (membro della Direzione Nazionale della GFE). L’evento è stato ripreso da varie testate locali, tra cui “Il Centro”, il maggior quotidiano abruzzese per diffusione. Di seguito si possono trovare delle foto e il video integrale dell’evento.

SECONDO APPUNTAMENTO, 27/09/2014: LA JUGOSLAVIA
Teresa Giancone ha letto due brani tratti dal libro di Z. Filipović “Il diario di Zlata” e due brani tratti dal libro di A. Nuhefendić “Le stelle che stanno giù”. Sono intervenuti come ospiti, con la moderazione di Anja Bošković, Maristella Lippolis (scrittrice, autrice – tra gli altri – del libro “Il tempo dell’isola“), Matteo Sabini (politologo) e Jacopo Barbati (membro della Direzione Nazionale della GFE). L’evento è stato ripreso da varie testate locali, tra cui “Il Centro”, il maggior quotidiano abruzzese per diffusione. Di seguito si possono trovare delle foto e il video integrale dell’evento.

Annunci