Pan-EU action: Vote for a better Europe!

Anche la nostra sezione ha partecipato alla campagna pan-europea “Vote for a better Europe!”, promossa dalla JEF-Europe. Le foto dell’azione possono essere viste sulla nostra pagina su Facebook.

Segue il comunicato stampa diramato dalla JEF-Europe:

Lancio della campagna per le elezioni Europee della JEF-Europa
Il 22-24 Febbraio, le sezioni della JEF insieme per MovEurope Forward

La JEF-Europa lancia la sua campagna MovEurope Forward per le elezione Europee attraverso un’azione pan-Europea. Vota per un’Europa migliore!
Il giorno 22, 23 e 24 febbraio, la JEF-Europa (Young European Federalists) lancerà la sua campagna MovEurope Forward per le elezioni Europee del maggio prossimo – http://www.moveuropeforward.eu. In molte città Europee, gruppi di giovani organizzeranno delle azioni di piazza con lo slogan “Vota per un’Europa migliore”, distribuendo volantini e chiedendo alle persone di esprimere i loro desideri sul futuro dell’Europa e di depositare il loro voto all’interno di urne elettorali blu.
“Questa volta è diverso” afferma la campagna del Parlamento Europeo ed è vero. Questa volta sarà diverso, non solo perché per la prima volta i risultati delle elezioni Europee saranno presi in considerazione ai fini della nomina del Presidente della Commissione Europea. Questa volta può essere diversa perché abbiamo l’opportunità di trasformare questa elezione in una vera elezione Europea e di far muovere l’Europa in avanti” afferma Pauline Gessant, Presidente della JEF.
L’Unione Europea resta nel mezzo di una crisi profonda e le elezioni Europee rappresentano la possibilità per i cittadini di esprimere la direzione che l’UE dovrebbe prendere nel futuro. I prossimi cinque anni saranno decisivi per il futuro dell’UE, e il ruolo del Parlamento Europeo è decisivo ai fini della scelta di un nuovo corso nella storia dell’integrazione Europea.
“È necessario che il prossimo Parlamento Europeo si faccia portavoce di una nuova convenzione costituzionale per la riforma dei Trattati che fornisca un sistema di governo federale. Il completamento dell’Unione Economica e Monetaria con una piena unione economica e fiscale e l’introduzione di un budget dell’eurozona sarà essenziale per rafforzare la solidarietà in Europa e per lanciare un piano di ripresa economica per uscire dalla crisi. Per questo motivo è essenziale il voto e il supporto dei candidati che siano a favore di un’Europa più efficiente” aggiunge Federico Butti, membro dell’Executive Board della JEF-Europe.
Conclude Luca Lionello, Presidente della Gioventù Federalista Europea: “Queste elezioni europee non serviranno solo ad eleggere i rappresentanti dei cittadini europei a Strasburgo, ma sono diventate un momento di scelta fondamentale a favore o contro l’Europa. Votare a favore delle forze europeiste significa appoggiare lo sviluppo federale in corso dell’Unione Europea e in particolare della zona euro verso la creazione di un’unione politica; scegliere invece i movimenti populisti ed euroscettici vuol dire distruggere sessant’anni di integrazione comune che ha assicurato pace e benessere a milioni di Europei, condannando alla rovina economica e politica i piccoli stati nazionali e in particolare l’Italia”.
Da febbraio a maggio, i giovani federalisti europei di tutta Europa chiederanno ai cittadini di MovEurope Forward di votare per un’Europa migliore: un’Europa federale.

Annunci